LA NORMATIVA CHE HA ISTITUITO LE MASSERIE DIDATTICHE IN PUGLIA

La Legge Regionale n. 2/08 ha istituito le Masserie Didattiche in Puglia

Istituendo e riconoscendo le Masserie Didattiche, con la Legge 26 Febbraio 2008 n. 2, la Regione Puglia ha istituito un circuito finalizzato a raggruppare le aziende agroalimentari e agrituristiche che svolgono attività produttiva tradizionale e che si impegnano nell’attività dell’accoglienza didattico-formativa (art 1).

L’imprenditore agricolo titolare della Masseria Didattica viene pertanto valorizzato in quanto custode di un patrimonio di conoscenze e tradizioni agroalimentari, dal forte contenuto storico ed economico. Questa sorta di tutor delle tipicità locali svolge attività didattica nei confronti di gruppi scolastici, illustrando il processo di filiera, dalla terra al prodotto finale.

La sua conoscenza dell’attività agricola gli consente di spiegare i cicli produttivi, di illustrare la stagionalità dei prodotti, di introdurre le nuove tecniche di agricoltura biologica, integrata ed eco compatibile, di evidenziare le proprietà salutistiche e nutrizionali delle produzioni. Nelle lezioni interattive in Masseria non vengono trascurati, dal titolare della Masseria o da un suo operatore, gli aspetti storici, naturali e antropologici legati ai prodotti ed al territorio (art 2).

Per esercitare queste attività didattiche l’imprenditore agricolo o la persona da lui indicata deve svolgere corsi preventivi di formazione abilitanti, riconosciuti dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia (art 3).

Deve altresì sottoscrivere una Carta della Qualità (art 4) con cui definisce il percorso didattico divulgativo ed i laboratori del gusto che intende realizzare, oltre a pubblicizzare il progetto e a richiedere agli ospiti, tramite apposite schede, la valutazione del lavoro svolto.

Per essere iscritti al Circuito delle Masserie Didattiche bisogna fare istanza all’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, allegando una documentazione precisa (art 6) dalla quale si evincono precisi requisiti agricolo-produttivi, socio didattici, logistici e di sicurezza (allegato A). A seguito del riconoscimento ex arti- colo 6 si può ottenere l’iscrizione all’Albo delle Masserie Didattiche (art 7).

 

I commenti sono chiusi