Fave e Cicorie

Gli ingredienti

300 gr di fave secche
400 gr di cicorie (possibilmente quelle selvatiche)
Olio extravergine di oliva
Sale

La preparazione

Mettere a bagno le fave per almeno dodici ore, quindi dopo averle scolate cuocerle per circa tre ore in acqua leggermente salata su fuoco basso. Le cicorie vanno pulite e lessate in acqua leggermente salata. Una volta cotte, le fave vanno battute filando l’olio e impastando bene con un cucchiaio di legno.Vanno servite su un letto di cicorie e irrorate con olio d’oliva crudo. Il piatto subisce variazioni a seconda della zona della Puglia. C’è chi infatti, per conferire alla purea di fave una maggiore fluidità, aggiunge all’impasto una patata lessa.

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

Il colore dell’olio e􏰆xtravergine di oliva pu􏰛ò assumere un’infinita gamma di gradazioni, dal verde brillante al dorato intenso. Il colore è determinato dalla varietà delle olive, dallo stato di maturazione e dalla prevalenza di clorofilla o caroteni in esse contenute. La qualità più delicata di olio extravergine, di colore giallo oro, di gusto dolce con lieve pizzicore, è ideale per le preparazioni servite crude. Il tipo medio, di colore giallo intenso, sapore soave e un pò erbaceo, si adatta per le preparazioni cotte a vapore e al sale. Il tipo più intenso, di colore giallo verdognolo, con ricco aroma fruttato e leggermente piccante, si adatta per grigliate ed arrosti. L’olio extravergine di oliva, inoltre, è l’ideale per le fritture poiché non modifica la sua struttura chimica fisica a temperature alte, quindi non è dannoso per la salute. Digeribile al 100%, ricco di vitamina A, vitamina E, la cui quantità dipende non solo dalla varietà dell’oliva ma dalla qualità e dal grado di maturazione delle stesse, risulta un prodotto importante per tutti ed in particolare per i più piccoli.

I commenti sono chiusi