Dalla Campagna alla Scuola

LE MASSERIE SONO ANTICHE FATTORIE RURALI CHE CARATTERIZZANO IL PAESAGGIO PUGLIESE

Le Masserie  esistono sin dal quattordicesimo secolo. Il termine “masseria” deriva da “massa”, una grande estensione di terra sulla quale sorgevano ampi aggregati rustici. A gestire i latifondi erano i “massari” per conto dei feudatari, di piccoli proprietari e talvolta anche di ordini ecclesiastici. Le architetture delle masserie di Puglia – talune più rustiche, altre con vezzi da palazzi nobiliari in piena campagna, altre vere e proprie fortificazioni - variano a seconda del luogo in cui sono state edificate e della destinazione d’uso: dall’allevamento degli animali alla lavorazione dei prodotti della terra.

POSTI UNICI

Queste splendide strutture, riscoperte nell’ultimo decennio da una fruizione turistica più sensibile alla natura e all’alimentazione sana, in quanto custodi della storia importante delle nostre campagne, oggi sono testimonial privilegiate della filiera corta campo-tavola. La legge regionale 26 febbraio 2008 n.2, che ha istituito in Puglia le Masserie Didattiche, ha voluto non solo per far salvo questo storico patrimonio di conoscenze legate alle tradizioni agricole e ai prodotti tipici della Puglia, ma anche creare le condizioni per renderlo fruibile alle nuove generazioni.

Le Masserie hanno difatti conservato nel tempo la genuinità del loro ruolo ma allo stesso tempo sono state capaci di rinnovarsi e di rimodulare la loro funzione alle esigenze di una modernità sempre più attenta al recupero ed alla salvaguardia delle antiche tradizioni. Di qui il “patto utile” con le scuole e con la didattica introdotto dalla legge regionale, affinché sin dai primissimi anni di educazione scolastica gli alunni siano in grado di operare i loro distinguo sulla genuinità e salubrità dei prodotti locali e diventare essi stessi testimonial in famiglia e con gli amici di una nuova via del benessere e della buona salute legata ad un consumo più consapevole.

Le Masserie Didattiche, inoltre, rompono, attraverso le loro attività, il connubio tra bambino e dieta del benessere fatta di zuccheri semplici, grassi trans, sale, eccesso di proteine e vita sedentaria, stimolandolo a provare nuovi cibi, ad assaporare gusti inattesi, coinvolgendo la famiglia, la scuola, le Asl, tutte realtà poste sul territorio.

Nelle Masserie Didattiche viene ben evidenziata la tracciabilità campo tavola, in quanto luoghi in cui la didattica responsabilizza la pratica agricola affidandole un ruolo pedagogico. I più piccoli, ma anche i grandi che li accompagnano, vengono così istruiti ai valori legati alla terra, all’ambiente, ad un’alimentazione sana e consapevole.

Nessun commento ancora

Lascia un commento